Gli Ages (Advanced Glycation End-products) avrebbero cibo-cellulite_68503091_650x433un ruolo fondamentale nella formazione del fastidioso inestetismo estetico della cellulite e non solo. Dopo molti anni di ricerche e studi, sarebbe stata scoperta, infatti, la causa dell’insorgenza di cuscinetti e inestetismi: si tratta di sostanze che introduciamo ogni giorno con l’alimentazione e questa sorta di inquinamento degli alimenti cotti è “del tutto sottovalutato”.

La quantità di Ages che presentano negli alimenti cotti dipende da temperatura, tempo di cottura e presenza di vapore. “Alimenti cotti ad alte temperature, bevande e cibi ricchi di zuccheri raffinati sono una grossa fonte di Ages, complessi molecolari composti dall’unione tra il glucosio e le proteine, in particolare il collagene, che rendono i tessuti cutanei rigidi e fragili, provocando la comparsa delle rughe” e della cellulite.

Il rischio aumenta del 13% introducendo un milione di unità Age al giorno, in pratica l’equivalente di una fetta di torta o a 150 grammi di frittura o a 200 grammi di carne alla brace. Le conseguenze dell’accumulo di Ages nell’organismo non si vedono da giovani, ma cominciano a farsi sentire dopo i 35 anni. Non è possibile azzerare l’introito di Ages, ma è possibile ridurlo seguendo una dieta a basso contenuto di zuccheri, privilegiando cibi crudi o cotti al vapore, riducendo il consumo di bevande zuccherate e cibi industriali.

NatiBio consiglia la sua crema all ‘asparago  per combattere la cellulite.